Immerso nella natura
tra lago e montagna

Benvenuti
a Maso Talpina

Verifica disponibilità

Richiesta disponibilità

  • Solitamente rispondiamo
    entro 24 ore

Compilando questo modulo verrete ricontattati entro 24 ore, per soggiorni superiori a una settimana si applicano condizioni speciali

Prezzi comprensivi di acqua, energia elettrica, riscaldamento autonomo, aria condizionata e pulizie finali. I prezzi si intendono per appartamento. IVA 10% inclusa nel prezzo. Il prezzo dell'appartamento non include 0,70 € di tassa di soggiorno per persona a notte.

La compilazione del modulo è una semplice richiesta di disponibilità, la prenotazione dovrà essere confermata telefonicamente o via mail.

L'azienda

L'Azienda Agricola Maso Talpina nasce agli inizi degli anni '70 e basa la sua attività sulla coltivazione del vitigno chardonnay e pinot nero per la produzione di Trento Doc. Oltre alla coltivazione della vite è attivo anche l'allevamento di api e la coltivazione di erbe officinali e aromatiche, attività che completano la produzione aziendale.

A supporto dell'attività agricola è stato ristrutturato un edificio, un tempo adibito a stalla, nel quale sono stati ricavati quattro appartamenti moderni e funzionali, con tutti i confort necessari. È stata prestata grande attenzione alla conservazione dello stile, mantenendo in particolare la caratteristica dell’edificio rustico in pietra.

Gli appartamenti

L'Agritur Maso Talpina si trova a 500 m.s.l.m. nella quiete di vigne e boschi, nel comune di Mori tra le cittadine di Rovereto e Riva del Garda, a 2 km dall'uscita autostradale A22 Rovereto Sud - Lago di Garda nord.

L'Agritur è composto da quattro appartamenti, tutti dotati di soggiorno con moderno angolo cottura e divano-letto a due piazze, forno elettrico, televisore, camera da letto matrimoniale e bagno con doccia. Vengono sempre messe a disposizione le stoviglie, la biancheria per la camera e per il divano-letto e gli asciugamani. Ogni appartamento è inoltre provvisto di riscaldamento autonomo e climatizzatore.

  • 37 mq
  • lavatrice
  • 4 persone
  • wifi gratis
  • asciugamani e biancheria compresi
  • riscaldamento autonomo
  • stoviglie
  • climatizzazione
1/

Adagiato in collina e circondato da vigneti coltivati a chardonnay base spumante, Agritur Maso Talpina è meta ideale per chi cerca traquillità, lontano dalla routine quotidiana. Da qui è facile raggiungere varie zone di interesse. Ideale per le famiglie con bambini, giovani e persone anziane, anche gli animali si sentono come a casa.

Verifica disponibilità

Nei dintorni

  • Parco Naturale Locale del Monte Baldo

    Parco Naturale Locale del Monte Baldo

    A picco sul lago di Garda, affacciato sulla valle dell'Adige, il Parco Naturale Locale del Monte Baldo è un balcone sulla Pianura Padana. Comprende territori appartenenti a cinque diversi comuni del basso Trentino e un ventaglio di aree protette situate a un'altitudine che varia da poche centinaia di metri sul livello del mare a quote più elevate, che superano i 2000 m. Vanta cime innevate l'inverno, splendidi paesaggi con straordinari scorci sul lago di Garda l'estate, prati fioriti la primavera e variopinte faggete l'autunno. L'offerta turistica locale, incentrata sugli sport invernali e sulle escursioni naturalistiche durante tutto l'arco dell'anno, soddisfa grandi e piccini.

    In virtù della straordinaria biodiversità che lo caratterizza, il Parco Naturale Locale del Monte Baldo è meta ambita di studiosi naturalisti, di speziali e farmacisti, fin dal 1400. Si pensi che nel 1500 Giovan Battista Olivi lo definisce "Hortus Italiae", Giardino d'Italia. Il Baldo infatti è da secoli luogo ideale di raccolta di specie officinali, di studio delle loro possibili applicazioni nella farmacopea moderna, di ricerche nel campo della botanica, della geologia e di altre scienze naturali.

    Il Parco rappresenta un sistema territoriale che, per valori naturali, scientifici, storico-culturali e paesaggistici di particolare interesse, si presta a una gestione unitaria, con preminente riguardo alle esigenze di valorizzazione e di riqualificazione degli ambienti naturali e seminaturali, nonché allo sviluppo delle attività umane ed economiche compatibili con le esigenze di conservazione.

    (fonte: www.parcomontebaldo.tn.it)

  • Luoghi storici della Grande Guerra

    Luoghi storici della Grande Guerra

    Appena sopra all’Agritur si trova il dosso di Talpina dove gli austriaci avevano realizzato alla vigilia della guerra un presidio trincerato. Abbandonato dagli austriaci nel 1915, fu occupato dagli italiani. Il complesso difensivo è stato recentemente riportato alla luce ed è facilmente raggiungibile percorrendo una mulattiera che attraversa il bosco o seguendo una strada che parte da Mori.

    Dopo essere stata per secoli via di transito tra il Sud e il Nord, la Vallagarina, la parte più meridionale del Tirolo italiano, diventò uno dei più significativi teatri della Prima guerra mondiale sul fronte italo-austriaco. I comandi austro-ungarici decisero di presidiarla fortificando le montagne che la circondano con trincee ma anche con ardite opere ingegneristiche come Forte Pozzacchio – interamente scavato nella roccia –, che giunse però incompiuto alla prova del fuoco. Il Massiccio del Pasubio è costellato di opere, caverne, camminamenti, meta consigliata per una giornata di trekking tra il Monte Testo, il Corno Battisti e la parte sommitale dei Denti (“italiano” e “austriaco”) o la Strada delle 52 Gallerie. Sul lato opposto della Vallarsa, sorge il campo trincerato di Matassone. Il Monte Zugna è segnato da numerose opere e manufatti austro-ungarici e italiani, tra cui i resti di un ospedale, trincee e il cosiddetto “Trincerone” italiano recentemente recuperato.

    Sul Monte Baldo rimangono numerose tracce della presenza dell’esercito italiano: trincee, piazzole per artiglieria e strade militari sul monte Altissimo, a Doss Casina, malga Zures, sul Vignola e il Corno della Paura. A fronteggiare le posizioni italiane, in Val di Gresta sorgono il campo trincerato austro-ungarico del Nagià Grom nei pressi di Manzano, le trincee del monte Faè e del Creino, le postazioni per artiglieria del Biaena e dello Stivo. A Rovereto la Prima guerra mondiale è ricordata dal Museo Storico Italiano della Guerra, la Campana dei caduti e il Sacrario militare che custodisce le salme di 20.000 soldati italiani e austro-ungarici.

    (fonte: www.trentinograndeguerra.it)

  • Musei e Cultura

    Musei e Cultura

    Nei dintorni dell'Agritur Maso Talpina si trovano tre importanti luoghi culturali: il MART, il Museo Storico Italiano della Guerra e il MUSE.

    Il Museo d'Arte Moderna e Contemporanea di Trento e Rovereto (MART) è un centro museale del Trentino. La sede principale si trova a Rovereto dove si espongo principalmente opere d'arte moderna e contemporanea. La sezione di Trento del museo è ospitata presso la Galleria civica di Trento. Fa parte del MART anche la Casa d'arte futurista Depero a Rovereto, che ospita molte tra le opere più importanti dell'artista futurista Fortunato Depero. Presso il MART ha sede anche l'Archivio del '900, il centro di ricerca del museo.

    Il Museo Storico Italiano della Guerra di Rovereto, situato nel quattrocentesco castello di Rovereto, unica rocca veneziana in Trentino, nasce nel 1921 con lo scopo di documentare la Grande Guerra, di cui anche la città fu teatro. Col tempo il museo passò ad accogliere tra le sue collezioni anche materiale inerente alle guerre coloniali italiane e la seconda guerra mondiale. La collezione, costituita grazie a donazioni pubbliche o di associazioni e privati locali, raccoglie armi, uniformi, opere d'arte, fotografie, cimeli, manifesti, oggetti di uso quotidiano in trincea, onorificenze, lettere e diari.

    Il MUSE è il Museo delle Scienze di Trento. Si trova immediatamente a sud dello storico palazzo delle Albere, in un palazzo all'interno del quartiere residenziale Le Albere, entrambi progettati dall'architetto italiano Renzo Piano. È stato inaugurato il 27 luglio 2013 e ha sostituito, proseguendone le attività, il museo tridentino di scienze naturali.

    (fonte: it.wikipedia.org)

  • Lago di Garda

    Lago di Garda

    A pochi chilometri dall'Agritur Maso Talpina si trova il Lago di Garda, il più grande dei laghi italiani. A sud si trova circondato dalle colline moreniche lasciate dal ritiro dei ghiacci e, nella parte a nord più alta e stretta, avvolto dalle alte catene montuose che gli conferiscono la forma e l’andamento di un fiordo e lo proteggono rendendo il suo clima particolarmente mite di tipo mediterraneo.

    La luminosità dell’ambiente, la dolcezza del clima, una ricca vegetazione, costituita prevalentemente da olivi, palme, cipressi, limoni, oleandri e aranci, unitamente alla grandiosità dei paesaggi, che fanno da sfondo alle interessanti testimonianze storiche e culturali disseminate sul suo territorio, lo rendono sicuramente il più attraente dei laghi italiani.

    L‘intensa colorazione dell’acqua, con una marcata tonalità blu ed una trasparenza difficilmente riscontrabili, fanno del Lago di Garda una destinazione unica capace di ospitare visitatori e amanti della vacanza all’insegna del relax, dello sport, del divertimento e del gusto della scoperta dei luoghi. < (fonte: www.visitgarda.com)

  • Sentieri escursionistici

    Sentieri escursionistici

    Le montagne della zona in cui si trova l’Agritur Maso Talpina offrono un’ampia rete di percorsi e sentieri, adatti a tutte le gambe. Alcuni si possono facilmente raggiungere partendo a piedi direttamente dall'Agritur, altri spostandosi in auto per pochi chilometri alla scoperta di luoghi a volte inaspettati.

    Passeggiate per famiglie con bambini, percorribili anche con i passeggini, trekking facili per chi ha voglia di stare all’aria aperta, ma non è tanto allenato, escursioni più impegnative, che richiedono l’intera giornata e una buona preparazione fisica.

    Le passeggiate proposte sono un’occasione per scoprire trincee, postazioni, camminamenti e gallerie della Prima Guerra Mondiale, imparare a conoscere piante e fiori rari, visitare malghe ed alpeggi, laghi, biotopi e canneti, siti archeologici ed orme fossili, incontrare camosci e uccelli.

    Presso l’Agritur Maso Talpina è esposta una cartina per decidere quale percorso è il più adatto. Naturalmente saremo felici di indicarvi i nostri percorsi preferiti in base alle vostre esigenze.

    (fonte: www.visitrovereto.it)

  • Impianti sciistici e di risalita

    Impianti sciistici e di risalita

    Sull'Altipiano di Brentonico, disposto sul versante settentrionale del Monte Baldo, si trovano gli impianti de La Polsa e di San Valentino, due stazioni sciistiche nate negli anni sessanta, che godono di una fantastica esposizione al sole e di piste di notevole ampiezza molto apprezzate da famiglie e da snowboarder. Attrezzate con campi scuola di ultima generazione dotati di tapis roulant, ideali per chi si vuole avvicinare allo sci o allo snowboard in totale sicurezza. A San Valentino sono presenti anche piste di difficoltà più elevate e piste riservate agli allenamenti degli sci club. Il Polsa Double Park garantisce divertimento assicurato a tutti i principianti e gli appassionati del free-style aperto sia a snowboarder che a sciatori.

    Folgaria si trova a pochi chilometri ed è la più famosa delle tre località che compongono lo Skitour dei Forti, insieme a Lavarone e Fiorentini. L'area era posta sul confine tra l'impero austro-ungarico e lo stato italiano nella prima guerra mondiale ed è oggi possibile vedere i resti delle fortificazioni e delle strutture difensive della grande guerra. Per lo sci l'area propone il carosello Skiarea Alpe Cimbra: circa 104 Km di piste per lo sci alpino che si diramano da Costa d'Agra a 1850m all'Alpe di Folgaria-Passo Coe a 1625m. La località è famosa anche per le sue piste per lo sci da fondo con i suoi tre centri, e per le attività extra sci tra cui lo slittino.

    Da Malcesine parte invece una splendida funivia che porta fino alla sommità del Monte Baldo. L’azzurro del Lago di Garda si fonde con quello del cielo in un panorama straordinario che si offre alla vista in tutta la sua ampiezza: dalle cime innevate delle Alpi, ai netti profili delle montagne più vicine fino alla dolcezza della pianura. Così la funivia “vola” in pochi minuti fino a quasi 1800 metri di quota, con le sue cabine rotanti capaci di suscitare sempre nuove emozioni. (fonti: www.brentonicoski.com, www.folgariaski.com, funiviedelbaldo.it)

Contattaci

Mappa